lunedì 15 ottobre 2007

HINA SALEEM parte 2

Finalmente so qualcosa sul fumetto di Hina.
Queste cinque pagine a colori commissionatemi da quelli del BeccoGiallo sono andate a finire su "pd", la rivista del Partito democratico. Un bimestrale in edicola da venerdì scorso.
Sul sito di La7 si può vedere un servizio, andato in onda venerdì, in cui compare anche il mio fumetto.
Questo è il link:
http://www.la7.it/approfondimento/dettaglio.asp?prop=primarie&video=4470

8 commenti:

giorgio ha detto...

Scusa, un dubbio: nel fumetto parli di Gujarat come di una città pakistana, mentre è India. E non mi pare che fra India a Pakistan corra 'sto buon sangue. Un errore grave? Come dire: una cazzata?

Camilla ha detto...

infatti un po' di informazione in più' non guasterebbe! sai di solito un po' di ricerca storico-politica-geografica quando si trattano argomenti così di attualità sarebbe più che gradita. bravo Giorgio

gianluca ha detto...

Carissimi Giorgio e Camilla.
Mi spiace tanto dover dimostrare il vostro sfoggio di ignoranza, o di incapacità di lettura, a seconda dei casi.
1- Nel fumetto di Hina non si parla assolutamente di Gujarat, semmai di Gujrat.
2-Gujrat è situata nel distretto di Gujrat, appunto, in Pakistan, nella provincia del Punjab. A beneficio di chi capiterà nel blog metto questo collegamento a Wikipedia per controllare la veridicità delle mie affermazioni. E' il caso di fare un po' di ricerca prima di apostrofare qualcuno. E anche per dare ragione a chi apostrofa qualcuno. Immagino che non avrete il coraggio di scusarvi, ma tant'é. Grazie per aver letto il fumetto, spero che per il resto vi sia piaciuto. Saluti.
http://en.wikipedia.org/wiki/Gujrat

Mercurio ha detto...

complimenti sinceri

giorgio ha detto...

Bene, hai ragione! Hai ragione, occorre fare ricerche approfondite. Mi era scappata una "a". Amici come mai prima? Dai su!

giorgio ha detto...

Gianluca, per completezza: hai ragione, ho usato toni un po' accesi, e di questo mi scuso con te e i lettori del blog. Purtroppo la grafia mi ha giocato un brutto tiro, ma non era nulla di personale. L'insofferenza per un pressapochismo ormai dilagante - di cui tu non hai ovviamente colpa, anzi! - e che invece io stesso ho contribuito a sfoggiare mi ha, insieme allo spelling, portato oltre le righe. Me ne prendo le responsabilità e ti ringrazio. Detto questo, fuor di polemica, penso che il gioco di confronti sia sempre utile. Come lo è stato per me, spero che anche per te abbia un senso. Alla prossima storia!

Gianluca Maconi ha detto...

Nessun rancore. Mi raccomando: cautela, sempre, altrimenti le discussioni diventano risse. Non conosco molte persone che avrebbero ammesso il proprio errore, anzi avrebbero ignorato il tutto. Il tono dell'altro commento era più arrogante, ad esempio, e tra l'altro immotivato. Tu almeno hai l'attenuante di aver sbagliato a leggere. Buona Divertimento.

giorgio ha detto...

Non amo le risse, anzi. Bene così. D'ora in poi - mi tocca diventare un assiduo frequentatore. Dopo questa figuraccia, te lo devo! - confronti pacati (userò una lente!)
Buon lavoro!