martedì 13 ottobre 2009

Bisogna capire quando è il momento di smettere

Dopo anni di duro lavoro nel campo del fumetto sono costretto a gettare la spugna.
Dopo l'ennesimo insuccesso (ebbene sì, il secondo albo dello Scimmiotto non uscirà) sono costretto ad abbandonare questo mestiere e cercare qualcosa d'altro per poter vivere.
Salta anche la mia partecipazione a Lucca, vuoi perchè non avendo albi da presentare sarebbe un viaggio inutile e costoso, vuoi perchè sono stato interdetto a partecipare come "persona non gradita all'organizzazione".
Finisce anche la mia collaborazione con lo studio napoletano, dal quale sono stato allontanato a causa dei miei problemi di socializzazione.

Non è un bel periodo questo, vi ringrazio per avermi seguito.
Addio.

18 commenti:

Barbara Ciardo ha detto...

Gianluca, leggendo queste righe non posso che rimanere sconvolta dalle tue affermazioni.

Sono sinceramente dispiaciuta del fatto che un valente e poliedrico disegnatore come te debba abbandonare tutto quello per cui ha tanto faticato in questi anni.

E dire che non avevo capito quello che ti stava succedendo, nonostante stessi lavorando alle tavole dello Scimmiotto 2, a mezzo metro da me...strana la vita, a volte...

scop ha detto...

Io invece avevo capito tutto... più volte ti ho anche passato la corda, ma tu niente! Per fortuna ci sei arrivato da solo.... Vattenne

scop ha detto...

te nbe devi andare... Nessuno ti vuole...

Alessandro Micelli ha detto...

Effettivamente era ora.
Son anni che nn trovo più piacere nel leggere le tue storie.
Ci hai piantati in asso col progetto avalon, e, con il periodo che sto passando questo mi ha deluso e fatto molto male.
Spero che troverai più gusto nel dipingere miniature di warhammer, forse è l'unica cosa che ti riesce bene.
E poi, ora c'è più spazio per tutti.
Quindi, ora inizia a LAVORARE sul serio.

Matteo ha detto...

Non seguo più la scena fumettistica italiana come un tempo e non ti conoscevo (così come i tuoi colleghi/amici) prima d'incappare nelle pagine di questo blog...

Se da una parte mi sono un pò costruito una'idea circa il tuo lavoro, d'altro canto lo stile dei tuoi disegni mi ha affascinato ed ispirato fin da subito, al punto da farmi tornare qui quasi quotidianamente.

Che dire?
Spero che il tag 'scherzi' a fine post sottenda a qualche strana burla fuori stagione.
In caso contrario, sentirò la tua mancanza.

Matteo Scalera ha detto...

Maconi Rest in Peace

biri ha detto...

Anch'io credevo fosse uno scherzo, poi sono arrivato a "persona sgradita all'organizzazione" e ho capito che è tutto vero...
Eh, eh, eh!
:-)

scop ha detto...

si si è tutto vero...
perchè stai ancora al mio fianco?
la corda è lì... usala!!
ti perseguiterò finchè non aggiorni sto blog!!

Valentino Sergi ha detto...

Un vero peccato...

Claudia ha detto...

Aah ma è tutta colpa della situazione del mercato del fumetto in Italia! Addio Gianluca. Sarai per sempre nei nostri cuori.

Paco Desiato ha detto...

Venite dal nord a rubarci il lavoro! tornate a casa poveracci!

Viska! ha detto...

Giustizia è fatta!

scop ha detto...

allora...vogliamo anche salari differenziati... nel senso che appena smetti voglio anche il compenso di tutti i tuoi lavori... vatti a cercare una fatica... barbon!

Ilario ha detto...

Ohhh là!!! Era ora! Adesso tagliati i capelli e va a lavorare. Ma cosa volevi fare con quattro sgorbi??? Meglio così, ad un certo punto uno si deve rendere conto della situazione e dare un taglio.

XaVoR ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
XaVoR ha detto...

che la forza sia con te

Gianluca Maconi ha detto...

pure il sangue del mio sangue mi si rivolta contro!

Raul Cestaro ha detto...

ah, era uno scherzo?
....peccato! :(

XD XD XD